+39 - 389 55 29 464 coef.eventi@gmail.com

La scelta dell’abito da sposa è uno dei momenti più attesi da ogni donna e più sognati sin dall’infanzia.

Trovare l’abito all’altezza delle proprie aspettative e della propria immaginazione non è impresa semplice, è infatti una delle parti più difficili nell’organizzazione dell’intera cerimonia perché lo stile scelto dalla sposa condizionerà inevitabilmente ogni altro aspetto del wedding day: allestimenti floreali, colori e tema del matrimonio.

La cosa più importante da prendere in considerazione è che la sposa dovrà sentirsi a proprio agio con l’abito, che dovrà rispecchiare le forme del corpo e valorizzare i pregi, nonché esprimere a colpo d’occhio la sua personalità ed i suo stile innato.

Quindi, prima del momento della scelta, iniziate a cercare ispirazione sfogliando cataloghi, guardando le collezioni degli stilisti e, quando vi sarete orientativamente fatte un’idea, passate alla fase prova in Atelier.

E soprattutto, usate come ispirazione e punto di partenza le informazioni che sto per darvi sull’abito e sui diversi stili di base!

Stile A-line: classico abito con bustino aderente che disegna le forme con eleganza e fluidità e con la gonna che va progressivamente ad allargarsi dalla vita in giù. In seta, georgette, crêpe o mikado.

Schermata 01-2457408 alle 18.54.57

Stile Principessa con corpino aderente e una gonna ampia, gonfia, spesso completamente in tulle o in taffetà e organza o duchesse di seta all’esterno rinforzata da una struttura di crinolina sotto.

Schermata 01-2457408 alle 19.07.24

Stile Palloncino: abito bon ton perfetto per una cerimonia country chic. Il puntovita è ben sottolineato con delle piegoline che si propagano nella gonna e il bustino è aggraziato a aderente al corpo. La gonna parte stretta nel girovita e si allarga fino a diventare molto ampia per poi richiudersi leggermente sull’ orlo e creando un sottile “effetto uovo”. Tessuti come la seta, duchesse di seta, raso, pizzo, ma anche lino e cotone per un effetto country chic. Il velo ideale è corto.

Schermata 01-2457408 alle 19.17.08

 Stile Impero è sinonimo di regale raffinatezza, semplice ed aristocratico nello stesso tempo. Il taglio della vita è “alzato” direttamente sotto il seno. La vita è sottolineata da un nastro o da un’ applicazione di perline o swarovski, ed è completato da una gonna lievemente svasata ulteriormente impreziosita da uno strascico (corto o lungo). Non è un abito voluminoso e può avere una forma più chiusa (a colonna) o leggermente più aperta. I tessuti ideali sono pizzo molto raffinato con swarovski o piccole perline luccicanti, il raso di seta o lo chiffon.

Schermata 01-2457408 alle 19.32.32

Stile Sirena è un abito dal carattere sexy, è un modello che “fascia” il fisico della sposa, con un corpetto molto aderente fino sotto i fianchi, che va poi a restringersi fino a sopra il ginocchio per poi allargarsi notevolmente.
E’ un abito strutturato, non morbido e fasciante, che normalmente è realizzato in chiffon o pizzo (di colore non troppo lucido) o in tessuto liscio e sostenuto come taffetà e raso doppiato in organza.

Schermata 01-2457408 alle 19.40.02

Stile Peplo / Divinità: lo stile trae ispirazione dalle tuniche delle donne dell’ antica Grecia, e coniuga eleganza e semplicità. Il taglio è lineare e scivolato, con lunghe forme di drappeggio che danno movimento e plasticità al vestito e conferiscono un leggero volume al tessuto. Può essere corredato da un piccolo strascico e spesso ha il taglio sotto il seno come lo stile impero. In tessuti morbidi e trasparenti come lo chiffon.

Schermata 01-2457408 alle 22.05.50

Stile Sottoveste: Radical Chic, minimalista e dal carattere essenziale e velatamente sexy ha un taglio “da intimo” che sottolinea le forme del seno senza fasciarlo e, dalla scollatura ampia cade naturalmente e sinuosamente verso i piedi. Il tessuto utilizzato è solitamente semilucido e morbido, come la seta o la duchesse di seta, per creare l’ effetto sottoveste, appunto. La scollatura sulla spalle è ampia e molto curata e spesso le spalline posteriori possono essere arricchite o addirittura sostituite con disegni in strass (per un’ aurea più elegante) o ricami in pizzo (per un allure più sexy). Viene scelto, solitamente, per cerimonie serali.

Schermata 01-2457408 alle 19.51.39

Stile Bustier: il corpetto è “costruito” direttamente sul corpo della sposa, può essere in pizzo trasparente e ricamato, spesso tempestato di swarovski, ed ha le stecche verticali in evidenza. Il suo carattere elegante e al tempo stesso romantico e sexy, sono i punti di forza di questo abito, solitamente scelto da spose fascinose, sicure di sé e dal temperamento moderno.

Schermata 01-2457408 alle 19.56.15

Stile Scivolato: semplice e ed elegante, segue le linee del corpo senza fasciarle troppo, lasciando libertà di movimento e armonizzando la figura complessiva. Il punto vita viene disegnato con drappeggi e goffrature a tutto beneficio della proporzione, mentre il tessuto morbido permette svasature della gonna che bilanciano le forme e regalano armoniosità all’ insieme. I tessuti utilizzati sono solitamente morbidi come lo chiffon, il raso di seta, il cadì di seta e la duchesse di seta.

Schermata 01-2457408 alle 22.08.35

Stile Colonna/Tubino: è un abito raffinato e classico che modella la silhouette e dona equilibrio alle forme. Sottolinea il punto vita e regala armonia a seno e fianchi, senza costringere le linee come nel taglio a sirena. E’ un abito perfetto sia per le cerimonie religiose di sera che, soprattutto, per le cerimonie civili perchè è raffinato ed elegante senza essere sfarzoso. Tessuti preziosi, come seta, duchesse di seta, pizzo, macramè, mikado e spesso viene ulteriormente impreziosito con applicazioni di perle e cristalli swarovski sia sul corpetto che per sottolineare il girovita.

Schermata 01-2457408 alle 22.11.33

Stile Redingote: questo tipo di abito è caratterizzato da una buona vestibilità, fasciante sul seno e con una svasatura su pancia e fianchi e crescente man mano che si raggiunge l’orlo. E’ caratterizzato da due tagli verticali che partono dalle spalle e arrivano fino all’orlo. Il punto vita, stretto, è posto leggermente più in alto della vita, pur non essendo così in alto come lo stile impero. L’abito redingote prende il suo nome da riding-coat, ovvero il soprabito inglese per cavalcare. Viene solitamente realizzato in raso, in duchesse di seta o in mikado e viene spesso impreziosito con balze e rouches, ma anche con perline e cristalli swarovski.

Schermata 01-2457408 alle 20.10.50

Velo si o velo no? Non tutti gli abiti da sposa sono adatti per indossare il velo. Inoltre questo elemento imprescindibile per la tradizione, è stato negli ultimi anni sostituito da accessori, pettinature particolari, corone di fiori… Bisogna comunque tenere presente i criteri di scelta del velo, rappresentati dalla sua lunghezza, da provare e testare con il vestito dei vostri sogni.

12584108_10153408795837825_1827577775_n

Scoprirete maggiori dettagli sul velo e sugli ornamenti della testa della sposa nel prossimo articolo.

Continuate a seguirmi!

Alessandra Carbonari